Volevo fare la mignotta

Volevo fare la mignotta

Volevo fare la mignotta
Locandina

Volevo fare la mignotta

scritta da Francesca Nunzi e Berardino Iacovone
diretta e interpretata da Francesca Nunzi
musiche di Jacopo Fiastri

Una professione di rilievo, una rispettosa posizione sociale, un sostanzioso conto corrente e un loft nel quartiere della Roma Bene … insomma, una vita da favola?

Macché! Francesca tutto avrebbe voluto nella vita meno che questo! Il suo sogno era fare quello che realmente gli piaceva e che da sempre gli veniva bene: la MIGNOTTA.

Ebbene sì, una vera vocazione: sin da giovane amava esibire e condividere il proprio corpo, studiare quotidianamente e affinare le sue tecniche … insomma una mignotta modello che avrebbe fatto di questo talento un mestiere, e ci sarebbe riuscita se non fosse vissuta in Italia! Infatti, dinamiche a lei poco conosciute, l’hanno condotta sino a divenire un’attrice famosa, strappandola così ai sogni di gioventù.

Che amarezza e che insoddisfazione! Francesca dopo un attento esame di coscienza, valuterà la possibilità di accantonare le decolté per calzare invece i vecchi stivali in latex, d’altronde questa è o non è la professione più antica al mondo e quella meno colpita dalle crisi economiche? Perché allora non rivisitare la storia e i personaggi che hanno fatto di questa predisposizione un arma per il successo, spesso inconsapevolmente?!

Un monologo veloce, leggero e spensierato che con ironia e un pizzico di satira sconvolge gli schemi della società d’oggi, insomma una trama al contrario ma dal chiaro e critico sottotesto.

[Fonte: Teatro dei Satiri]


CLICCA PER CONDIVIDERE