Condominio: avviso convocazione assemblea e argomenti ordine giorno. Sentenza Corte di Cassazione n. 14560/2004 del 30 luglio 2004


CONDOMINIO E AVVISO DI CONVOCAZIONE DELL'ASSEMBLEA. MODALITA' COMUNICAZIONE ARGOMENTI ORDINE DEL GIORNO PER VALIDITA' CONVOCAZIONE ASSEMBLEA E CONSEGUENTE VALIDITA' DELIBERA ADOTTATA.


In tema di deliberazioni dell'assemblea condominiale, ai fini della validita' dell'ordine del giorno occorre che esso elenchi specificamente, sia pure in modo non analitico e minuzioso, tutti gli argomenti da trattare, si' da consentire a ciascun condomino di comprenderne esattamente il tenore e l'importanza, e di poter ponderatamente valutare l'atteggiamento da tenere, in relazione sia alla opportunita' o meno di partecipare, sia alle eventuali obiezioni o suggerimenti da sottoporre ai partecipanti.

Nell'enunciare il principio di cui in massima, la Suprema Corte ha confermato la sentenza impugnata, la quale aveva escluso che la delibera adottata dall'assemblea, che impegnava il condominio per l'esecuzione di opere definitive per un ammontare pari a oltre 247 milioni di lire, potesse oggettivamente riconnettersi ad un ordine del giorno che indicava come oggetto di discussione l'esecuzione di diverse e specifiche opere provvisionali urgenti, per un importo inferiore a 10 milioni di lire, ovvero, in alternativa, di opere piu' rilevanti, ma per un importo di 55 milioni di lire.

(Sentenza Cassazione civile, sezione II, 30 luglio 2004, n. 14560)

Ultimo aggiornamento: 24/02/2008
Copyright 2000-2014 Parlandosparlando