Albert Einstein: Temo il giorno in cui la tecnologia

Albert Einstein: “Temo il giorno in cui la tecnologia andrà oltre la nostra umanità: il mondo sarà popolato allora da una generazione di idioti”.

**********

Un giorno, un professore ateo sfidò i suoi alunni, chiese: “Dio ha fatto tutto ciò che esiste?”

Uno studente rispose coraggiosamente: “si l’ha fatto”.

“Proprio tutto?” chiese il professore. “si proprio tutto” rispose lo studente.

“Allora Dio ha fatto anche il male giusto?” rispose il professore “Perché il male esiste….”.

Lo studente non seppe rispondere e restò in silenzio. Il professore era visibilmente soddisfatto di aver provato ancora una volta che la fede era un mito.

All’improvviso un altro studente alzò la mano e chiese: “Posso farle una domanda professore?” “Certamente” gli rispose il professore.

“Il freddo esiste?” “E’ chiaro che esiste” rispose il professore “Non hai mai sentito freddo?”.

“In realtà professore il freddo non esiste, secondo le leggi della Fisica, ciò che noi consideriamo freddo nella realtà è assenza di calore. Un oggetto può essere studiato solo quando ha e trasmette energia, ed è il calore che fa in modo che tale corpo abbia e trasmetta energia. Lo zero assoluto è l’assenza totale e assoluta del calore, tutti i corpi rimangono inerti, incapaci di reagire. Ma il freddo non esiste. Noi abbiamo creato questo termine per descrivere come ci sentiamo quando ci manca il calore”.

“E l’oscurità?” continuò lo studente “Esiste” rispose il professore.

“Di nuovo, professore, si inganna: l’oscurità è l’assenza totale di luce. Possiamo studiare la luce, ma non l’oscurità il prisma di Newton scompone la luce bianca nei suoi vari colori, secondo la lunghezza d’onda”.

E infine lo studente chiese: “E il male, professore, esiste il male? Dio non creò il male. Il male è l’assenza di Dio nei cuori delle persone. L’assenza dell’amore, dell’umanità e della fede. L’amore e la fede sono come il calore e la luce, la loro assenza produce il male”.

Questa volta era il professore che restò in silenzio.

Il nome dello studente? Albert Einstein.

[Fonte: Tirreno news]

Frasi, citazioni, pensieri, aforismi, sentenze, motti, massime e detti di Albert Einstein

Articoli correlati:

Albert Einstein

Ulma (Germania), 14 marzo 1879 – Princeton (New Jersey – USA), 18 aprile 1955
Fisico e filosofo tedesco naturalizzato svizzero e statunitense. Uno dei più celebri fisici della storia della scienza che mutò in maniera radicale il paradigma di interpretazione del mondo fisico (sua, ad esempio, la teoria della relatività). Per il suo apporto alla cultura in generale, spaziando dalla filosofia alla politica, è considerato uno dei più importanti studiosi e pensatori del XX secolo. Nel 1921 fu insignito del premio Nobel per la fisica. Il suo nome divenne ben presto sinonimo di grande intelligenza e genio.