Lavoro: obbligo sicurezza e rifiuto prestazione lavorativa. Cassazione sentenza 836-2016

Corte di cassazione sentenza 836-2016

Cassazione sentenza 836 del 19 gennaio 2016. Se viene violato l’obbligo di sicurezza dei lavoratori è legittimo il rifiuto di questi alla prestazione lavorativa. Inoltre, è stata affermata la garanzia, in capo al lavoratore, della retribuzione anche relativamente al periodo di “non lavoro” dovuto proprio alla sospensione dell’attività lavorativa per i motivi suindicati.