Hai un minuto per me?

Hai un minuto per me (scena)
Hai un minuto per me?
Locandina

Hai un minuto per me?

di Gianluca Crisafi
regia di Davide Lepore

con Marta Altinier, Alessandro Budroni, Gianluca Crisafi, Irma Carolina Di Monte, Paolo Gasparini, Josefia Forlì, Perla Liberatori, Melissa Maccari, Massimo Milazzo ed Eleonora Reti

Nella vita c’è sempre un momento in cui possiamo correggere quello che ci ha portato a diventare ciò che non volevamo o non credevamo di essere.

Un viaggio alla ricerca delle emozioni perdute e soprattutto alla capacità di esprimerle. Un viaggio costellato di personaggi esilaranti, e completamente diversi tra loro, che porteranno Elisa, la protagonista, ad affrontare un’aridità emotiva che un tempo non le apparteneva. Un viaggio che le regalerà la possibilità di cambiare le cose e fare la scelta giusta dipenderà solo da lei. Elisa, direttrice di una rivista glamour, crede di avere tutto nella vita…il talento, la realizzazione professionale, l’amore. Ma una sera, a una settimana dall’uscita del nuovo numero della rivista, con un messaggio nella segreteria telefonica, Francesco, il suo fidanzato, le annuncia che la loro storia è finita. In poche ore il suo mondo di certezze le si sgretola tra le mani, convincendo Giovanni, braccio destro e suo amico, a portarla a casa sua e del suo compagno, Valerio, per qualche giorno.
A contatto con le molteplici ed esilaranti personalità che frequentano la casa, Elisa sarà costretta a fare un viaggio alla ricerca di quelle emozioni che aveva perduto, scoprendo, con grande amarezza, che le colpe di tutto ciò che le è accaduto sono solo sue.
E tutto questo avrà come colonna sonora la voce di Francesco, conduttore radiofonico di un programma molto noto, di cui tutti i frequentatori della casa sono appassionatissimi e per cui si incontrano tre giorni alla settimana organizzando addirittura riunioni in perfetto stile alcolisti anonimi.
Tra sorrisi e lacrime Elisa troverà il suo attimo fuggente per dire “STOP” e coglierlo dipenderà solo da lei!

[Fonte: Teatro de’ Servi]

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=18rU3Oovuio[/youtube]

Cirano dacci una mano

CIRANO DACCI UNA MANO (COME SI SOFFIA DENTRO UN'ANIMA)
CIRANO DACCI UNA MANO (COME SI SOFFIA DENTRO UN'ANIMA)
Locandina

Cirano dacci una mano
(come si soffia dentro un’anima)

scritto da Mimmo Strati e Alberto Bognanni
regia di Mimmo Strati

con Alberto Bognanni, Siddhartha Prestinari, Ilaria Giorgino,
Massimo Milazzo, Francesca Gambacorta, Marco Vivio, Paolo Vivio, Riccardo Avolio, Priscilla Giuliacci

Torna l’indisciplinata classe di Romeo e Giulietta paccavano eccome – in scena al Teatro Italia fino al 10 gennaio 2010 – stavolta alle prese con l’avvincente Cirano de Bergerac. Passato qualche anno, i ragazzi sono cresciuti e si sono divisi. Ma l’affetto per l’ex professore-attore e un teatro abbandonato da salvare dalla demolizione li farà rincontrare. Tra mille impacci e imprevedibili sequenze comiche l’improvvisata compagnia si batterà per raggiungere l’agognato obiettivo al grido di… CIRANO dacci una mano!

Leandro ha smesso di fare l’attore: disillusione e un nuovo senso del pratico gli impediscono di continuare. Ora ha un nuovo e ben remunerato lavoro, compra e vende immobili per conto di una notissima agenzia. Dopo ben sei anni dall’esperienza del laboratorio teatrale nella scuola, la professoressa Candeletti decide di riunire il gruppo. Dopo un’estenuante pressione telefonica e su facebook, riesce finalmente a convocare tutti, Leandro compreso, per un’allegra serata in pizzeria.
Luogo dell’incontro il teatro semi-abbandonato che vorrebbe salvare. Un po’ per gioco, un po’ per incoscienza, la professoressa propone loro di mettere in scena Cirano de Bergerac. Ritiene sia questo l’unico modo per sensibilizzare l’opinione pubblica e dimostrare che il teatro ha ancora una funzione educativa. Tutti accettano… tranne Leandro.
Ma i lavori per la demolizione del teatro stanno per iniziare. Tra mille impacci e imprevedibili sequenze tra il comico e il romanzesco l’improvvisata compagnia si batterà per raggiungere l’agognato obiettivo…
Chi vincerà? La tenacia e la passione o l’interesse e la speculazione? Questo non è dato sapere… ma alta nel cielo della speranza si eleverà l’invocazione… CIRANO dacci una mano!

[Fonte: Teatro De’ Servi]

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=XDiLP8O7mJE[/youtube]