Prevenire l’infarto tramite test EndoPat del dottor Chris Renna

Dott. Chris Renna di LifeSpan Medicine
Dott. Chris Renna di LifeSpan Medicine
Dott. Chris Renna
di LifeSpan Medicine

Secondo il dottor Chris Renna di LifeSpan Medicine a Santa Monica (California), è possibile prevenire l’infarto tramite un test, l’EndoPat,  anche anni prima che si verifichi l’evento. Si può scoprire questa disfunzione endoteliale perfino nei 30enni ed evitare una potenziale vita di sofferenza correggendo quella.

Il tutto, spiega il dottor  Chris Renna, si basa sul controllo preventivo dei vasi sanguigni grazie a questo sistema innovativo, dove il medico non ha nemmeno bisogno di controllare il cuore; sarà sufficiente guardare le dita. Nel corso dei test il medico posiziona i sensori su ogni dito per controllare il flusso sanguigno, poi un polsino per la pressione sanguigna viene gonfiato per arrestare il flusso di sangue nella mano. Dopo 5 minuti il manicotto viene sgonfiato ed i sensori misurano il recupero del flusso sanguigno.

In un soggetto sano il sangue si ferma con il bracciale bloccato e quindi rimbalza subito dopo averlo sgonfiato. Invece, in caso di potenziali problemi, il flusso di sangue si riprende solo alla velocità precedente l’interruzione.

[youtube]http://youtu.be/LAYpsJOTbVk[/youtube]