Robert Francis Kennedy: Il benessere di una nazione

Robert Francis Kennedy

Non troveremo mai un fine per la nazione né una nostra personale soddisfazione nel mero perseguimento del benessere economico, nell’ammassare senza fine beni terreni. Non possiamo misurare lo spirito nazionale sulla base dell’indice Dow-Jones, né i successi del paese sulla base del prodotto interno lordo (PIL)…

Autorità Garante per le telecomunicazioni

Autorità Garante per le telecomunicazioni

L’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) e’ un’autorita’ indipendente, istituita dalla legge 249 del 31 luglio 1997.
Indipendenza e autonomia sono elementi costitutivi che ne caratterizzano l’attivita’ e le deliberazioni.

Al pari delle altre autorita’ previste dall’ordinamento italiano, l’Agcom risponde del proprio operato al Parlamento, che ne ha stabilito i poteri, definito lo statuto ed eletto i componenti.

Sono organi dell’Autorita’: il Presidente, la Commissione per le infrastrutture e le reti, la Commissione per i servizi e i prodotti, il Consiglio.

Ciascuna Commissione e’ organo collegiale, costituito dal Presidente e da quattro Commissari.
Il Consiglio e’ costituito dal Presidente e da tutti i Commissari.

L’Agcom e’ innanzitutto un’autorita’ di garanzia: la legge istitutiva affida all’Autorita’ il duplice compito di assicurare la corretta competizione degli operatori sul mercato e di tutelare i consumi di liberta’ fondamentali dei cittadini.

In questo senso, le garanzie riguardano:

gli operatori, attraverso:

l’attuazione della liberalizzazione nel settore delle telecomunicazioni, con le attivita’ di regolamentazione e vigilanza e di risoluzione delle controversie;

la razionalizzazione delle risorse nel settore dell’audiovisivo;

l’applicazione della normativa antitrust nelle comunicazioni e la verifica di eventuali posizioni dominanti;

la gestione del Registro Unico degli Operatori di Comunicazione;

la tutela del diritto d’autore nel settore informatico ed audiovisivo.

gli utenti, attraverso:

la vigilanza sulla qualita’ e sulle modalita’ di distribuzione dei servizi e dei prodotti, compresa la pubblicita’;

la risoluzione delle controversie tra operatori e utenti;

la disciplina del servizio universale e la predisposizione di norme a salvaguardia delle categorie disagiate;

la tutela del pluralismo sociale, politico ed economico nel settore della radiotelevisione.

 

La sede dell’Autorita’ e’ a Napoli. L’indirizzo e’:
Centro Direzionale, Isola B5, Torre Francesco – 80143 Napoli
Tel: 081 7507111 – Fax: 081 7507616

L’Autorita’ dispone inoltre di un Ufficio a Roma. L’indirizzo e’:
Via delle Muratte, 25 – 00187 Roma
Tel: 06 69644111 – Fax: 06 69644926

 

Le garanzie per gli utenti

L’Autorita’ verifica le modalita’ di distribuzione dei prodotti e la trasparenza delle comunicazioni rivolte al pubblico e puo’ direttamente intervenire nelle controversie insorte tra cittadini e operatori.

Compito dell’Autorita’ e’, pero’, soprattutto, quello di assicurare la prestazione dei servizi essenziali a tutti gli utenti.

Nel settore dell’audiovisivo la garanzia degli utenti si traduce essenzialmente nella salvaguardia del pluralismo informativo: l’Autorita’ ha elaborato un complesso sistema di monitoraggio che, con l’ausilio di esperti e centri specializzati nella rilevazione dei dati, consente un controllo, 24 ore su 24, di tutte le trasmissioni televisive nazionali e un tempestivo intervento nel caso di violazioni delle norme di legge in materia di pubblicita’, obblighi di programmazione, pluralismo politico e sociale, tutela dei minori.

In materia di pubblicita’ e di par condicio elettorale, l’Autorita’ ha provveduto a emanare i regolamenti attuativi delle disposizioni di legge.
Le violazioni sono punite con sanzioni pecuniarie comminate dall’Autorita’.

In tema di par condicio, l’intervento dell’Agcom, non e’ limitato soltanto al periodo di campagna elettorale, e si rivolge tanto alle emittenti pubbliche quanto a quelle private.

Contenzioso tra utenti e operatori

Gli utenti che intendano agire in giudizio per la violazione di un proprio diritto, sono tenuti a promuovere preventivamente un tentativo di conciliazione dinanzi al Co.Re.Com. (Comitati Regionali per le Comunicazioni) della propria regione che abbia gia’ firmato la convenzione bilaterale con l’Autorita’ per l’esercizio delle funzioni delegate.

Per far cio’, seguire attentamente le istruzioni predisposte dall’Agcom alla pagina Operatori e Utenti: contenzioso (www.agcom.it/per-gli-utenti) dove e’ disponibile anche la modulistica necessaria per richiederne l’intervento.