Konstantinos Kavafis: Nel mese di Athyr

Nel mese di Athyr

di Konstantinos Kavafis

A fatica leggo sulla vecchia pietra
SIGN(OR)E GESU’ CRISTO. La parola ANI(M)A distinguo.
NEL ME(SE DI) ATHYR LEUCI(O) SI SP(ENS)E.
Menzionando l’eta’ … ANNI VIS(SU)TO
Le Kappa e Zeta dicono che si spense presto.
Dove la parte e’ guasta vedo COSTU(I)… DI ALESSANDRIA.
Poi vengono tre righe molto mutile, appena posso
decifrare le parole NOSTRE L(A)CRIME, e DOLORE
e ancora LACRIME e GLI (AM)ICI IN LUTTO.
Questo Leucio a me pare che fu molto amato.
Nel mese di Athyr Leucio si spense.

Konstantinos Kavafis

Articoli correlati:

Konstantinos Petrou Kavafis

noto in Italia anche come Costantino Kavafis
Alessandria d’Egitto, 29 aprile 1863 – Alessandria d’Egitto, 29 aprile 1933
Poeta e giornalista greco.

Scettico fu accusato di attaccare i tradizionali valori della cristianità, del patriottismo, e dell’eterosessualità, anche se non sempre si trovò a suo agio nel ruolo di anticonformista. Pubblicò 154 poesie, spesso ispirate all’antichità ellenistica, romana e bizantina, ma molte altre sono rimaste incomplete o allo stato di bozza.