Mina Parole Parole (teatro 10)

Mina: Parole parole

Parole, parole - sigla Mina e Alberto Lupo
Parole, parole
sigla Mina e Alberto Lupo
Teatro 10

Parole parole/Adagio è un singolo di Mina, pubblicato su vinile a 45 giri il 13 aprile 1972 dalla PDU.

  • Parole parole – 3:55 (Leo Chiosso e Giancarlo Del Re – Gianni Ferrio; edizioni musicali Curci – Music Union) – ft. Alberto Lupo (Lato A)
  • Adagio – 3:30 (Paolo Limiti e Giovanni Bonoldi – Vittorio Buffoli e Mario Nobile; edizioni musicali Music Union) (Lato B)

L’orchestra è diretta da Gianni Ferrio per il primo brano e da Augusto Martelli per il secondo.

Parole parole, brano composto da Gianni Ferrio, con testo di Leo Chiosso e Giancarlo Del Re, è stato uno dei grandi successi della discografia di Mina. Sigla di chiusura del programma televisivo Teatro 10, andato in onda dall’11 marzo al 13 maggio 1972, fu realizzato dalla cantante in coppia con l’attore Alberto Lupo (voce recitante) con il quale Mina appariva in video. Ha raggiunto la prima posizione della classifica dei singoli più venduti e la venticinquesima nella classifica annuale.

La canzone è un duetto in cui avviene il dialogo tra i due: il tema della canzone si basa su una storia d’amore che si trascina vuota e senza passione, riempita solo da vane parole e lodi melense. Lei reagisce ai complimenti dicendo che preferirebbe qualche gesto d’affetto più concreto, ma lui rimane sordo e resta in contemplazione della sua amante.

 [Fonte: wikipedia]

Parlato: Cara, cosa mi succede stasera, ti guardo ed è come la prima volta
Canto : Che cosa sei, che cosa sei, che cosa sei
Parlato: Non vorrei parlare
Canto: Cosa sei
Parlato: Ma tu sei la frase d’amore cominciata e mai finita
Canto: Non cambi mai, non cambi mai, non cambi mai
Parlato: Tu sei il mio ieri, il mio oggi
Canto: Proprio mai
Parlato: È il mio sempre, inquietudine
Canto: Adesso ormai ci puoi provare/ chiamami tormento dai, già che ci sei
Parlato: Tu sei come il vento che porta i violini e le rose
Canto: Caramelle non ne voglio più
Parlato: Certe volte non ti capisco
Canto: Le rose e violini/ questa sera raccontali a un’altra,
violini e rose li posso sentire/ quando la cosa mi va se mi va,
quando è il momento/ e dopo si vedrà
Parlato: Una parola ancora
Canto: Parole, parole, parole
Parlato: Ascoltami
Canto: Parole, parole, parole
Parlato: Ti prego
Canto: Parole, parole, parole
Parlato: Io ti giuro
Canto: Parole, parole, parole, parole parole soltanto parole, parole tra noi
Parlato: Ecco il mio destino, parlarti, parlarti come la prima volta
Canto: Che cosa sei, che cosa sei, che cosa sei,
Parlato: No, non dire nulla, c’è la notte che parla
Canto: Cosa sei
Parlato: La romantica notte
Canto: Non cambi mai, non cambi mai, non cambi mai
Parlato: Tu sei il mio sogno proibito
Canto: Proprio mai
Parlato: È vero, speranza
Canto: Nessuno più ti può fermare/ chiamami passione dai, hai visto mai
Parlato: Si spegne nei tuoi occhi la luna e si accendono i grilli
Canto: Caramelle non ne voglio più
Parlato: Se tu non ci fossi bisognerebbe inventarti
Canto: La luna ed i grilli/ normalmente mi tengono sveglia/
mentre io voglio dormire e sognare/ l’uomo che a volte c’è in te quando c’è/
che parla meno/ ma può piacere a me
Parlato: Una parola ancora
Canto: Parole, parole, parole
Parlato: Ascoltami
Canto: Parole, parole, parole
Parlato: Ti prego
Canto: Parole, parole, parole
Parlato: Io ti giuro
Canto: Parole, parole, parole, parole parole soltanto parole, parole tra noi
Parlato: Che cosa sei
Canto: Parole, parole, parole
Parlato: Che cosa sei
Canto: Parole, parole, parole
Parlato: Che cosa sei
Canto: Parole, parole, parole
Parlato: Che cosa sei
Canto: Parole, parole, parole, parole parole soltanto parole, parole tra noi

 


CLICCA PER CONDIVIDERE