La storia di una calza vuota

La moglie del vescovo - La storia di una calza vuota
Locandina del film

Stasera voglio raccontarvi la storia di una calza vuota:
a mezzanotte di tanti anni fa’, un bambino piangeva; una stella si posò sulla sua umile casa e dei saggi arrivarono con i loro doni.
Nonostante i secoli non abbiamo dimenticato, e festeggiamo quella notte con le stelle sugli alberi, col suono delle campane e con i doni, soprattutto con i doni.
Tu mi dai un libro e io ti do’ una cravatta …, zia Marta ha sempre desiderato uno spremiagrumi …, a zio Henry serve una pipa nuova; non ci dimentichiamo di nessuno, né adulti né bambini, tutte le calze sono piene.
Ho detto tutte, tranne una; e … ci siamo dimenticati di appenderla:
la calza del bimbo nato in una mangiatoia; è la sua nascita che festeggiamo, non dimentichiamocelo.
Chiediamoci solo cosa desidererebbe di più, e poi non ci resta che fargliene dono; amore, dolcezza, calore umano e una grande comprensione universale: tutti regali meravigliosi per avere la pace in terra.

[Tratto dal film: La moglie del vescovo
Titolo originale: Bishop’s Wife
USA 1947 – Commedia, b/n, 108 minuti
Regia di Henry Koster
Con David Niven, Loretta Young, Cary Grant, Monty Wooley]