Jorge Mario Bergoglio: calunnia, diffamazione e disinformazione

La calunnia è peccato mortale, ma si può chiarire e arrivare a conoscere che quella è una calunnia. La diffamazione è peccato mortale, ma si può arrivare a dire: questa è un’ingiustizia, perché questa persona ha fatto quella cosa in quel tempo, poi si è pentita, ha cambiato vita. Ma la disinformazione è dire la metà delle cose, quelle che sono per me più convenienti, e non dire l’altra metà. E così, quello che vede la tv o quello che sente la radio non può fare un giudizio perfetto, perché non ha gli elementi e non glieli danno. Da questi tre peccati, per favore, fuggite.

[Papa Francesco ISala Clementina 22/03/2014]

Articoli correlati:

nato Jorge Mario Bergoglio
Buenos Aires (Argentina), 17 dicembre 1936
Il 13 marzo 2013, 266º Papa della Chiesa cattolica e vescovo di Roma, 8º sovrano dello Stato di Città del Vaticano, primate d’Italia, oltre agli altri titoli propri del romano pontefice. Di nazionalità argentina e appartenente ai chierici regolari della Compagnia di Gesù (indicati anche come “gesuiti”), è il primo pontefice di questo ordine religioso, nonché il primo proveniente dal continente americano. È inoltre l’unico monarca europeo insieme a Maria II del Portogallo a nascere al di fuori dell’Europa, e l’unico dei due a nascere in un territorio non appartenente ad una nazione europea.