Il Ruanda (Rwanda)

Ruanda
Ruanda

Il Ruanda (Rwanda) e’ un paese che per le sue caratteristiche non puo’ che essere definito splendido, purtroppo passato alla ribalta piu’ per i terribili fatti legati al genocidio del 1994 che per le sue bellezze naturali. Il territorio e’ caratterizzato da montagne che offrono panorami fantastici e ospitalita’ ad alcuni tra gli ultimi gorilla di montagna rimasti; per questa sua particolare conformazione geografica e’ chiamato anche il Paese dalle mille colline.

Alcuni centri di ricerca sui gorilla di montagna sono stati abbandonati dal personale per essere occupati da miliziani e profughi; fra questi il famoso centro di Karisoke, fondato da Diane Fossey.

Un turista puo’ oggi visitare il riaperto Parc National des Volcans.
Il Parc National des Volcans e’ situato nella parte nord-occidentale del Paese e rappresenta la prosecuzione, nel territorio del Ruanda, del Parco nazionale di Virunga. Si tratta di un parco di alta montagna i cui scenari paesaggistici sono tra i piu’ belli del continente. Le terre basse del parco, sovrastate da alte cime, come il Karisimbi (4507 m), il Visoke (3711 m) e il Muhavura (4127 m), sono ricoperte da una foresta fitta e lussureggiante in cui vivono circa 150 specie di uccelli. Oltre i 2500 metri di altitudine la foresta cede il posto al bambu’ mentre a quote ancor piu’ elevate domina la vegetazione afro-alpina, costituita da muschi e licheni. Base di partenza per raggiungere le zone piu’ elevate del parco e’ la cittadina di Ruhengeri; da qui dopo molte ore di marcia si raggiunge la quota a cui vivono i gorilla, di cui oggi si contano pochi esemplari. Questi animali, pacifici per natura nonostante l’aspetto poco rassicurante e oramai abituati alla presenza umana, si intrattengono giocherellando con i visitatori.

Ma il Ruanda non e’ solo montagne e gorilla. Il lago Kivu offre alcune tra le piu’ belle spiagge d’acqua dolce dell’intera Africa.
Altre attrattive del paese sono i vulcani di Virunga, il Parco nazionale Akagera, la regione attorno al lago Kivu e la cima piu’ alta il Karisimbi volcano (alto 4507 metri). Kibungu, nell’estremita’ orientale del paese, e’ al centro della regione dei laghi e delle cascate che includono il lago Mungesera e le cascate di Resino. Piu’ a ovest vi e’ la regione dei vulcani, uno degli ultimi ambienti naturali dei gorilla di montagna. Non lontana dalla citta’ di Cyangugu e dal centro commerciale di Kamembe vi e’ La foresta di Nyungwe, ambiente naturale per elefanti, bufali, leopardi, scimpanze’ e molti altri mammiferi e uccelli.

Il clima e’ caratterizzato da due stagioni: quella della pioggia, da settembre a maggio, con rovesci abbondanti e picchi di freddo durante la notte, e quella secca, sempre soleggiata. La temperatura media varia dai 18 ai 24 ºC. Durante l’inverno il clima e’ freddo-umido con escursioni termiche notturne di rilievo, intorno ai 10 °C, mentre durante l’estate il caldo diventa spesso insopportabile (il mese piu’ caldo e’ Agosto).
Durante il periodo delle piogge dei mesi di Marzo, Aprile e Maggio e dei mesi di Ottobre e Novembre cadono tra i 110 e 200 mm di acqua al mese.

————————————

La scheda del Ruanda

Bandiera del Ruanda
Bandiera Ruanda

Nome del paese
Ruanda, Rwanda (RW)

Superficie
26.338 kmq

Capitale

Kigali 608.141 abitanti (2002)
Kigali e’ una piccola e attraente citta’ con una incredibile varieta’ di alberi e siepi fiorite. Costruita sulla cima di una collina, si estende lungo i suoi versanti, con splendidi panorami delle vallate circostanti coltivate e terrazzate. Purtroppo anche la capitale non e’ stata risparmiata dai combattimenti del 1994 e di molti edifici restano solo le rovine, sebbene si sia attivata da tempo l’opera di ricostruzione e riabilitazione.

Forma di governo

Repubblica

Lingua

Francese, inglese, kinyaRwanda (ufficiali)

Ora locale

Il fuso orario e’ avanti di 1 ora rispetto all’Italia.

Numero abitanti

8.744.000 abitanti (2005)

Densità

332 abitanti per kmq

Religione

Cattolici 49,5%, protestanti 27,2%, avventisti 12,2%, animisti/credenze tradizionali 4,2%, musulmani 1,8%, altri 5,1%

Etnie

Hutu 85%, Tutsi 14%, Twa 1%

Sito web ufficiale

Sito web ufficiale del Ruanda (www.gov.rw)

Città principali

Butare: e’ il centro intellettuale del Paese, ospita tra l’altro l’Istituto Nazionale delle ricerche scientifiche e l’eccellente museo nazionale.
Cyangugu: situata all’estremita’ meridionale del lago Kivu, e’ adagiata sulle rive del lago. Non lontana da Cyangugu e dall’importante centro commerciale di Kamembe, si trova la foresta di Nyungwe, ambiente naturale per elefanti, bufali, leopardi, scimpanze’ e molti altri mammiferi e uccelli.
Byumba
Kibungo
Gisenyi
Ruhengeri
Gikongoro
Kibuye

Vegetazione

L’altitudine (che e’ compresa tra i 1000 e 4500 metri sopra il livello del mare) e la sua posizione geografica (121 kilometri a sud dell’equatore nel Tropico del Capricorno; 1416 kilometri ad ovest dell’Oceano indiano; 2011 kilometri ad est dell’Oceano Atlantico; in pratica in pieno centro africa) consentono al Ruanda di avere una vasta e varia vegetazione. Questa passa dalle dense Foreste equatoriali presenti nel Nord-Ovest del paese, alla Savana tropicale presente nell’Est del paese.

Trasporti interni

La compagnia statale offre un servizio abbastanza limitato ma esistono numerose compagnie di autobus e minibus private che effettuano servizio verso diverse destinazioni.
La Rwanda Airlines effettua voli interni.
Le strade principali sono relativamente in buono stato. La guida indisciplinata di molti conducenti e la presenza di pedoni e animali sulle corsie rappresentano una notevole fonte di incidenti. Si sconsigliano quindi i viaggi interurbani di notte. Durante i periodi delle piogge le strade non asfaltate sono percorribili solo con fuoristrada. Per guidare nel Paese e’ sufficiente la patente italiana.
Nelle maggiori citta’ e’ disponibile un servizio di taxi.

Principali attrattive naturali

Lago Kivu
Lago Cyohoa Sud
Lago Ihema
Lago Muhazi
Lago Bulera
Lago Ruhondo
Lago Mugesera
Lago Rweru

Fiume Rusizi
Fiume Akagera
Fiume Mwogo
Fiume Nyabarongo

Virunga Mountains
Akagera National Park
Virunga Volcanoes National Park

Mangiare

Considerato il poco turismo, non c” stato un affinamento delle ricette locali per adeguarle ai gusti e alle esigenze dei visitatori. Diffusi il cous-cous e lo stufato di pollo o tacchino con riso e verdure.
Le birre locali sono la Primus e la Mulzig e si trovano comunemente in tutti i locali e negozi, cosi’ come il superalcolico nazionale, il konyagi. Il vino si trova soltanto nei ristoranti piu’ cari e rinomati della capitale.
La capitale offre un discreto ventaglio di scelte che comprendono cucina tradizionale e cucina internazionale. Nel centro della citta’ ci sono numerosi piccoli locali che offrono piatti per pochi dollari.
E’ consuetudine assecondare le richieste di mance.

Shopping

Il Paese offre discreti prodotti di artigianato. Negli ultimi anni, pero’, come conseguenza dello scarsissimo numero di turisti dovuto alla guerra civile, lo sviluppo di oggetti ricordo si e’ ridotto tanto che oggi e’ abbastanza difficile trovare un’offerta adeguata. I prodotti piu’ interessanti sono comunque: cesti, batik, tamburi e statuette. Si possono inoltre trovare molti prodotti dell’artigianato congolese tra cui spiccano le famose maschere. In genere questi prodotti si trovano nel centro di Kigali e al museo nazionale di Butare.

Manifestazioni e festività

1° gennaio: Capodanno
28 gennaio: Giornata della Democrazia
Data variabile: Pasqua
7 aprile: Celebrazione per i sopravvissuti al genocidio
1° maggio: Festa dei Lavoratori
1° luglio: Festa Nazionale
5 luglio: Festa della Pace e Giornata nazionale dell’Indipendenza
15 agosto: Ascensione
8 settembre: Giornata della Cultura
Settembre: Giornata del Kamarampaka
25 settembre: Giornata della Repubblica
26 ottobre: Festa delle Forze Armate
1° novembre: Ognissanti
Dicembre: Le date delle feste musulmane, regolate dal calendario islamico in base al ciclo lunare, variano di anno in anno. Eid al-Fitr (conclusione del Ramadan)
25 dicembre: Natale

Galleria fotografica sul Ruanda, sperando che riesca anche solo in parte a far respirare l’atmosfera del posto.

Articoli correlati: