Il cimitero elettronico giapponese

Tessera urna ceneri
Tessera urna ceneri

La vita nelle citta’ giapponesi deve essere abbastanza caotica e… affollata.

A causa della mancanza di spazi edificabili nelle citta’ e del sovraffollamento, in Giappone gli appartamenti sono sempre piu’ piccoli e costosi, i mezzi pubblici sempre piu’ affollati, e le soluzioni abitative temporanee (come hotel e alberghi) hanno ridotto al minimo le dimensioni delle camere, sino a proporre con successo le tiny room dei capsule hotel.

Questo continuo stare a stretto contatto gli uni con gli altri e’ un destino che sembra perseguitare i giapponesi anche dopo la vita.

Oggi, infatti, un posto in uno degli otto cimiteri della capitale puo’ costare anche 100 mila euro.

E cosi’ e’ nato in Giappone il “cimitero elettronico” a tomba unica.

Basta inserire una tessera magnetica nell’apposita feritoia presente nell’altarino unico, che un complesso sistema di trasporto automatico delle ceneri, grazie a dei carrelli e nastri trasportatori, preleva dal deposito sottostante l’urna corrispondente al proprio caro, e la colloca nell’altarino; contemporaneamente in un monitor presente nell’altarino, compaiono una o piu’ foto del caro estinto.
Quindi si prega, qualche minuto di raccoglimento e poi… avanti il prossimo.

Altare tomba unica
Altare tomba unica

E’ questa la novita’ dei templi buddhisti del Sol Levante. Si risparmia spazio, tempo e soprattutto denaro.

Nei 12 templi che hanno adottato il marchingegno elettronico si pagano solo 5 mila euro. Nulla in confronto a quanto spende un giapponese per prenotare un cognome di buon augurio per l’aldila’.

Nel tempio di Myohoji, nel distretto di Setayaga, finora ci sono 25 tombe tecnologiche ma le telefonate di prenotazione si sprecano. E il metodo salva spazio e’ stato adottato anche a Tokyo, Yokohama, Osaka e Nagoya.

A Tokyo, il cimitero tecnologico si trova in un grattacielo, nei pressi dell’antichissimo tempio buddista Kouanji (Koh-Ahn-Jee).

A riposare in pace sono gia’ in 6850 defunti. Ma ne puo’ ospitare fino a 100 mila.

E’ comodo come sistema“, ha spiegato una signora, “evita di farti girare a vuoto tra le tombe e ti permette di mantenere il loculo in ordine“.

Anche agli amici del defunto viene consegnata una tessera, su richiesta. Naturalmente in questo cimitero tecnologico finisce chi sceglie di essere cremato.

L’orario di apertura e’ quello d’ufficio, tutti i giorni dalle 10 alle 18.

Articoli correlati: