Frasi, citazioni, pensieri, aforismi, sentenze, motti, massime e detti di Sant’Agostino

Sant'Agostino
Dettaglio del “Sant’Agostino nello studio”
di Sandro Botticelli – 1480 circa
dipinto murale staccato (152×112 cm)
conservato nella Chiesa di Ognissanti di Firenze
Sant’Agostino (Agostino d’Ippona), filosofo, vescovo e teologo romano
(Tagaste, 13 novembre 354 – Ippona, 28 agosto 430)

Il tempo non e’ inoperoso, non passa oziosamente sui nostri sentimenti. Agisce invece sul nostro animo in modo sorprendente.

E gli uomini se ne vanno a contemplare le vette delle montagne, i flutti vasti del mare, le ampie correnti dei fiumi, l’immensita’ dell’oceano, il corso degli astri, e non pensano a se’ stessi.

Da due pericoli bisogna guardarsi: dalla disperazione senza scampo e dalla speranza senza fondamento.

Dove si e’ conosciuta la gioia per desiderarla cosi’ tanto?

Un uomo e’ cio’ che ama.

Le parole non sono state inventate perche’ gli uomini s’ingannino tra loro ma perche’ ciascuno passi all’altro la bonta’ dei propri pensieri.

L’orgoglio e’ la fonte di tutte le malattie, perche’ e’ la fonte di tutti i vizi.

L’ira e’ un’erbaccia, l’odio e’ l’albero.

Come gli amici adulando pervertono, cosi’ i nemici con i rimproveri molte volte correggono.

Io cerco per sapere, non per avere un’opinione.

Cercate come chi ha trovato; trovate come chi ha sempre cercato.

Il sogno, la poesia, l’ottimismo aiutano la realta’ piu’ di ogni altro mezzo a disposizione.

Dolce e’ la vita, se bene gli vuoi.

La felicita’ e’ desiderare quello che si ha.

Ama e fa cio’ che vuoi!

Togli il diritto, e allora che cosa distingue lo Stato da una grossa banda di briganti?

Il mondo e’ un libro. Chi non viaggia ne legge una pagina soltanto.