Einstein

Frasi, citazioni, pensieri, aforismi, sentenze, motti, massime e detti di Albert Einstein

Albert Einstein
Albert Einstein (1879 – 1955)
Scienziato e matematico tedesco,
premio Nobel per la fisica

Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi.

E’ più difficile disintegrare un pregiudizio che un atomo.

Si potrebbe dire che l’eterno mistero del mondo sia la sua comprensibilità.

Non cercare di diventare un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore.

Ogni minuto che passi arrabbiato perdi sessanta secondi di felicità.

E’ meglio essere ottimisti ed avere torto piuttosto che pessimisti ed avere ragione.

Per perdere la testa, bisogna averne una!

Albert Einstein, all’indomani di Hiroshima e Nagasaki, alla domanda di un giornalista: Che armi saranno usate durante la terza guerra mondiale?, rispose: “Io non so come sarà combattuta la terza guerra mondiale, ma so come sarà combattuta la quarta: a colpi di clave e pietra.”

Non penso mai al futuro, arriva così presto.

La fantasia è più importante della conoscenza.

Tutto ciò che ha valore nella società umana dipende dalle opportunità di progredire che vengono accordate ad ogni individuo.

Quando un uomo siede un’ora in compagnia di una bella ragazza, sembra sia passato un minuto. Ma fatelo sedere su una stufa per un minuto e gli sembrerà più lungo di qualsiasi ora. Questa è la relatività.

Tutto è relativo. Prendi un ultracentenario che rompe uno specchio: sarà ben lieto di sapere che ha ancora sette anni di disgrazie.

Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa.

Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata.

La misura dell’intelligenza è la capacità di cambiare.

Non si può prevenire e preparare una guerra allo stesso tempo.

Il segreto della creatività è saper nascondere le proprie fonti.

La cosa più bella che possiamo sperimentare è il mistero; è la fonte di ogni vera arte e di ogni vera scienza.

Chiunque si pone come arbitro in materia di conoscenza, è destinato a naufragare nella risata degli dei.

La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché. Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c’è niente che funzioni… e nessuno sa il perché!

La prima necessità dell’uomo è il superfluo.

Il valore di un uomo dovrebbe essere misurato in base a quanto da’ e non in base a quanto è in grado di ricevere.

Quello che davvero mi interessa è se Dio, quando creò il mondo, aveva scelta.

Imparare è un’esperienza; tutto il resto è solo informazione.

Chi non riesce più a provare stupore e meraviglia è già come morto e i suoi occhi sono incapaci di vedere.

La vita e la morte confluiscono in uno e non c’è né evoluzione né destino, soltanto essere.

Ci sono due modi di vivere la tua vita. Una è pensare che niente è un miracolo. L’altra è pensare che ogni cosa è un miracolo.

Non cercare di diventare un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore.

Si potrebbe dire che l’eterno mistero del mondo sia la sua comprensibilità.

Nel mezzo della difficoltà si cela l’opportunità.

La creatività è contagiosa. Trasmettila.

La logica ti può portare da “A” a “B”. L’immaginazione ti può portare ovunque.

Temo il giorno in cui la tecnologia andrà oltre la nostra umanità: il mondo sarà popolato allora da una generazione di idioti.

I grandi spiriti hanno sempre incontrato violenta opposizione da parte delle menti mediocri.