Film: Pranzo di ferragosto

Pranzo di ferragosto
Locandina del film
Pranzo di ferragosto

Pranzo di ferragosto è un film del 2008 scritto, diretto ed interpretato da Gianni Di Gregorio, all’esordio nella regia.

Gianni, un uomo di mezz’età, figlio unico di madre vedova,  vive  con sua madre in una vecchia casa nel centro di Roma. Tiranneggiato da lei, nobildonna decaduta, trascina le sue giornate fra le faccende domestiche e l’osteria. Il giorno prima di Ferragosto l’amministratore del condominio gli propone di tenere in casa la propria mamma per i due giorni di vacanza. In cambio gli scalerà  i debiti accumulati in anni  sulle spese condominiali. Gianni è costretto ad accettare.  A tradimento, l’amministratore si presenta con due signore, perché porta anche la zia che non sa  dove collocare. Gianni, travolto e annichilito dallo scontro fra i tre potenti caratteri, si adopera eroicamente per farle contente.  Accusa un malore e chiama un amico medico che lo tranquillizza ma, implacabile, gli lascia la sua vecchia madre perché è di turno in ospedale. Gianni passa ventiquattr’ore d’ inferno. Quando arriva il sospirato momento del congedo però le signore cambiano le carte in tavola…

Ad eccezione di Alfonso Santagata e Gianni Di Gregorio il film è interamente recitato da attori non professionisti e la loro naturalezza permette al film di avvolgersi in un’aura genuina e neorealista.
In pochi avrebbero avuto il coraggio di portare sullo schermo una storia di “vecchiette”, considerato che la terza età viene di rado frequentata dal cinema perché poco commerciabile. Priva di qualsiasi tipo di orpello, che sia dialogico o registico, l’opera prima di Di Gregorio, prodotta da Matteo Garrone, fa riflettere sulla condizione dell’anziano, troppo spesso relegato in ospizi dai propri figli, troppo spesso trascurato dalla società. Pranzo di ferragosto è da considerarsi perciò un piccola perla da custodire con cura.

[Fonte: mymovies e Fandango]

Frasi: Mi piace ricordare queste cose, i momenti dell’ infanzia…perché la vecchiaia ci offre poco… (Grazia Cesarini Sforza: Grazia)

C’ha portato il ciambellone coperto da un asciugamanetto da bidet. (Valeria de Franciscis: la madre di Giovanni)

Cliccare qui per maggiori informazioni sul film Pranzo di ferragosto

Titolo originale Pranzo di ferragosto
Paese di produzione Italia
Anno 2008
Durata 73 min
Genere commedia
Regia Gianni Di Gregorio
Soggetto Gianni Di Gregorio e Simone Riccardini
Sceneggiatura Gianni Di Gregorio con la direzione artistica di Massimo Gaudioso
Produttore Matteo Garrone
Art director Susanna Cascella
Fotografia Gian Enrico Bianchi
Montaggio Marco Spoletini
Effetti speciali Francesco Spadoni
Musiche Ratchev & Carratello
Scenografia Daniele Cascella
Costumi Silvia Polidori
Trucco Rudia Cascione

Interpreti e personaggi:
Gianni Di Gregorio: Gianni
Valeria De Franciscis: donna Valeria, madre di Gianni
Alfonso Santagata: Alfonso, l’amministratore di palazzo
Luigi Marchetti: Vichingo
Marina Cacciotti: Marina, madre di Alfonso
Maria Calì: zia Maria
Marcello Ottolenghi: medico dottore
Grazia Cesarini Sforza: Grazia, madre del dottore
Petre Rosu: senza casa

Premi e riconoscimenti:
Mostra del Cinema di Venezia 2008: Leone del futuro – Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis”
David di Donatello 2009: miglior regista esordiente
Nastri d’argento 2009: miglior regista esordiente
3 Ciak d’oro: miglior opera prima, miglior sonoro in presa diretta e miglior cast corale

[Fonte: wikipedia]

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=6W9JakdEZH4[/youtube]