Film: Dunkirk

Dunkirk, un film di Christopher Nolan. Con Fionn Whitehead, Tom Glynn-Carney, Jack Lowden, Harry Styles, Aneurin Barnard, James D’Arcy, Barry Keoghan, Kenneth Branagh, Cillian Murphy, Mark Rylance, Tom Hardy, Kevin Guthrie, Elliott Tittensor.

Titolo originale: Dunkirk. Azione, durata 106 min. – USA, Gran Bretagna, Francia 2017 – Warner Bros Italia – Uscita: 31 agosto 2017

Dal regista Christopher Nolan (“Interstellar”, “Inception”, la trilogia de “Il cavaliere oscuro”) arriva l’epico thriller d’azione “Dunkirk”.
“Dunkirk” inizia con centinaia di migliaia di truppe britanniche ed alleate circondate dalle forze nemiche. Intrappolate sulla spiaggia con le spalle rivolte verso il mare, le truppe si trovano ad affrontare una situazione impossibile mentre il nemico si stringe intorno a loro.
La storia si sviluppa tra terra, mare ed aria. Gli Spitfire della RAF si sfidano col nemico in cielo aperto sopra la Manica in difesa degli uomini intrappolati a terra. Nel frattempo, centinaia di piccole imbarcazioni capitanate da militari e civili tentano un disperato salvataggio, mettendo a rischio le proprie vite in una corsa contro il tempo per salvare anche solo una piccola parte del proprio esercito.

Nolan dirige “Dunkirk” tratto da una sua sceneggiatura originale, utilizzando la tecnologia IMAX® insieme alla pellicola 65mm. Il film è prodotto da Emma Thomas e Nolan, con Jake Myers nel ruolo di produttore esecutivo.
Nella squadra creativa troviamo il direttore della fotografia Hoyte van Hoytema, lo scenografo Nathan Crowley, il montatore Lee Smith, il costumista Jeffrey Kurland, il supervisore agli effetti visivi Andrew Jackson ed il supervisore agli effetti speciali Scott Fisher. La colonna sonora è di Hans Zimmer.
“Dunkirk” è stato girato in esterni in Francia, Olanda, il Regno Unito e Los Angeles.

[Fonte: Warner Bros Italia]

Nota storica:

La battaglia di Dunkerque si svolse tra il 26 maggio ed il 3 giugno 1940.
Le forze corazzate tedesche avanzando rapidamente in Europa verso ovest raggiunsero il 20 maggio le coste della Manica, tagliando fuori in Belgio e nel nord della Francia l’intero 1° Corpo d’armata alleato, costituito dalle migliori armate francesi e dal Corpo di spedizione britannico. La disperata situazione delle forze alleate isolate nel nord Europa dal cuneo tedesco, costrinse i comandi anglo-francesi, dopo alcuni fallimentari tentativi di contrattacco ad ordinare un ripiegamento verso le coste della Manica, dove le truppe alleate superstiti (oltre 400.000 soldati), per evitare la prigionia e la morte, dovevano essere rapidamente evacuate nonostante l’accerchiamento dei tedeschi con la fanteria sulla terra ferma, i caccia con le loro incursioni sulla spiaggia e gli U-bot, le mine e i bombardieri nel mare della Manica…. maggiori informazioni.

 

Articoli correlati: