Vendita a distanza: responsabilità trasporto. Cassazione sentenza 553-2012

Corte di cassazione sentenza 553-2012

Cassazione sentenza n. 553-2012. Nella vendita con spedizione disciplinata dall’art. 1510 cod. civ., comma 2, il contratto; di trasporto, concluso tra venditore – mittente e vettore, pur essendo collegato da un nesso di strumentalità con il contratto di compravendita concluso tra venditore – mittente ed acquirente – destinatario, conserva la sua autonomia…

Lavoro: obbligo sicurezza e rifiuto prestazione lavorativa. Cassazione sentenza 836-2016

Corte di cassazione sentenza 836-2016

Cassazione sentenza 836 del 19 gennaio 2016. Se viene violato l’obbligo di sicurezza dei lavoratori è legittimo il rifiuto di questi alla prestazione lavorativa. Inoltre, è stata affermata la garanzia, in capo al lavoratore, della retribuzione anche relativamente al periodo di “non lavoro” dovuto proprio alla sospensione dell’attività lavorativa per i motivi suindicati.

Voto: giudizio di illegittimità legge elettorale. Sentenza Corte Costituzionale n. 1/2014 del 13 gennaio 2014

Corte Costituzionale

Esercizio del diritto di voto: giudizio di illegittimità legge elettorale. Sentenza Corte Costituzionale n. 1/2014 del 13 gennaio 2014

La legge n. 270 del 21 dicembre 2005 è la legge che ha modificato il sistema elettorale italiano. È stata formulata principalmente dall’allora Ministro per le Riforme Roberto Calderoli, che tuttavia la definì «una porcata» in un’intervista televisiva durante il programma Matrix condotto da Enrico Mentana, e per questo definita porcellum.

La norma sostituì le precedenti Leggi 276 e 277 del 1993 (cosiddetto Mattarellum).

L’attuale sentenza della Corte Costituzionale ha dichiarato l’incostituzionalità della Legge 270 del 2005 (Porcellum) in riferimento al premio di maggioranza assegnato e all’impossibilità per l’elettore di fornire una preferenza.

Leggi tuttoVoto: giudizio di illegittimità legge elettorale. Sentenza Corte Costituzionale n. 1/2014 del 13 gennaio 2014